Sasha, Andrey e Mira sono membri dell’Unione Antifascista Ucraina, un gruppo che monitora il fascismo in Ucraina e lo combatte. “Ci siamo seduti per discutere dell’influenza del fascismo su EuroMaidan”, questo è ciò che mi hanno detto.

Sasha: Ci sono molti nazionalisti qui, inclusi i nazisti. Sono venuti da tutta l’Ucraina e costituiscono circa il 30% di chi protesta.

Mira: I due gruppi più grandi sono Svoboda e Pravy Sektor. Le forze della difesa non sono tutte di Pravy, ma ne fa parte una buona percentuale.

Sasha: Svoboda è un gruppo con maggiori caratteristiche interne alla legalità, sebbene contenga una fazione militante illegale. Pravy Sektor è più illegale, ma vorrebbe spodestare Svoboda.

Mira: Ci sono continue diatribe tra Pravy e Svoboda. Hanno lavorato in accordo durante le fasi più calde della rivolta, ma ora che le cose si sono calmate hanno tempo per concentrarsi gli uni sugli altri. Entrambi i gruppi accettano donazioni e hanno molti soldi. Ultimamente Pravy Sektor ha nuove uniformi, vere e proprie divise militari. Uno degli aspetti peggiori di Pravy Sektor è proprio la sua struttura militaresca. E’ un gruppo fortemente strutturato. Servono permessi per andare in certi posti. Loro hanno l’autorità di permettere o meno alla gente se contribuire attivamente alla rivolta. Noi cerchiamo di farlo ma dobbiamo fare attenzione ai nazisti. Di sicuro non intendo chiedere il permesso a un nazista!

Sasha: Un centinaio di anarchici ha cercato di organizzare il proprio gruppo di autodifesa. Vari gruppi anarchici si sono incontrati in un’assemblea sul Maidan. Mentre si teneva la riunione, una squadra più numerosa di nazisti ha fatto irruzione, portando con sé assi, mazze da baseball, bastoni e caschi. Sostenevano che quello fosse il loro territorio. Si sono rivolti agli anarchici chiamandoli ebrei, neri, comunisti. Non c’erano comunisti, stavano solo cercando di insultare. Gli anarchici erano impreparati e così sono andati via. Insomma, chiunque abbia idee politiche diverse dalle loro non può stare in certi posti, la loro presenza non viene tollerata.

Mira: Tempo fa uno stalinista è stato aggredito dai nazisti, uno è stato mandato all’ospedale e un altro studente che criticava il fascismo è stato anche lui aggredito. Pravy Sektor ha ricevuto troppa attenzione mediatica dopo i primi episodi di violenza, i media gli hanno dato visibilità e loro hanno cominciato a credersi “fighi”. Pravy Sektor esisteva già da prima ma ora sta crescendo e sta aggregando un sacco di gente nuova.

Sasha: Dopo tutto questo, Pravy Sektor attirerà molti giovani. Loro hanno i soldi per la propaganda e per le divise, stanno acquisendo popolarità crescente perché hanno un’immagine accattivante.

Mira: L’Ucraina è un paese patriarcale, dunque quello dell’uomo forte che combatte è un modello efficace.

Sasha: I gruppi nazisti, inoltre, cercano di emulare quelli di sinistra per espandere la loro popolarità. Usano il vocabolario degli anarchici, termini come “autonomo”. Uno dei gruppi nazisti più integralisti sta utilizzando questa tattica e si fa chiamare “Resistenza Autonoma”. Questo gli ha fatto riscuotere molto successo. Riescono ad aggregare certi anarchici convinti di poter cambiare i nazisti, ma nella realtà avviene il contrario. Questi anarchici stanno diventando più nazionalisti, crescono le loro opinioni anti-femministe e così via. Dunque è arrivato il momento in cui gli anarchici devono uscire allo scoperto e far sentire più forte la propria voce.

Sasha: Esiste un ampio spettro di nazionalisti rappresentati. Essi si dividono in gruppi, ciascuno con i propri simboli. In cerca di consenso, evitano di utilizzare eccessivamente simboli nazisti o fascisti. Piuttosto usano simboli riconoscibili da altri fascisti ma apparentemente neutrali per chi non lo è. Per esempio, c’è un simbolo particolare a forma di aquila. E’ disegnato in un modo ben preciso, cosicché non richiami a nulla di specifico a meno che non se ne conosca già il significato.

Nessuno ha idea di quale piega prenderà la situazione, quali caratteristiche potrà avere un nuovo governo. I gruppi fascisti non hanno obiettivi comuni, sanno ciò che non vogliono e sanno di essere in conflitto tra di loro, ma non puntano alle stesse cose. Se Pravy entrasse in un governo futuro, sarebbe estremamente pericoloso. Ma ciò non sembra possibile perché non hanno potere sufficiente.

Mira: La gente utilizza questi cori: “Gloria all’Ucraina”, “Gloria agli eroi”, “Morte ai nemici”. Ma chi sono questi eroi, chi sono questi nemici? Io non credo ne abbiano idea. “Ucraina al di sopra di tutto” è uno dei cori, proprio come se si trovassero in Germania.

Andrey: Io sono tedesco e dal mio punto di vista è come se in Ucraina questo nazionalismo fosse cominciato dalla caduta dell’URSS. Il sentimento nazionalista diffuso nel Maidan sta lì per dividere le persone. L’Ucraina dell’est sta con la Russia, quella dell’ovest è nazionalista. La gente è abbastanza divisa, ma se si guarda al paese nel complesso, ciascuno ha gli stessi problemi sociali ed economici. Se le persone si rendessero conto di ciò e si unissero, quello sarebbe il pericolo maggiore per Svoboda, per Yanukovich o per qualsiasi partito politico. Svoboda e Yanukovich appoggiano le stesse politiche neoliberiste che peggiorano le condizioni di vita degli ucraini.

Mira: Questi nazionalisti non sono qui per reclamare diritti ma per la nazione e per i capi è funzionale sostenere tale linea, perché concentrarsi sul nazionalismo gli permette di fare ciò che vogliono. EuroMaidan è composto prevalentemente dal proletariato e dai poveri e dunque è fondamentale distogliere la loro attenzione dai problemi reali. Molti cercano di manipolare queste persone.

Articolo di Timothy Eastman http://www.timothyeastman.com/blog/