6 giugno: Oggi alle 6 di mattina, l’artiglieria ha colpito tutta la città di Kirovsk [Repubblica Popolare di Lugansk]. Apparentemente volevano colpire il nostro quartier generale, ma, come al solito, hanno colpito edifici residenziali a cinque piani:

Continuano i combattimenti nell’area di Bahmutki. Gli Ukrops [nazionalisti ucraini e militari del regime di Kiev] attaccano come pazzi, ma finora, ad eccezione di un loro avanzamento nella “zona grigia”, non hanno avuto successo. Sì, il cessate il fuoco* gli torna molto utile, in quanto siamo molto limitati nella nostra risposta, ma quando la situazione si sbloccherà, agli Ukrops spetteranno alcune sorprese inaspettate e molto spiacevoli dalle “giacche trapuntate” [miliziani del Donbass].

*Nota del traduttore: L’ultimo accordo di cessate il fuoco tra il Governo di Kiev e le repubbliche popolari del Donbass è entrato in vigore il 1° Giugno. Come al solito, solo le repubbliche hanno onorato l’accordo, mentre le forze di Kiev l’hanno usato come un’opportunità per intensificare gli attacchi.

Traduzione di Voxkomm da RedStarOverdonbass (Greg Butterfield), diario di Alexey Markov

Pin It on Pinterest